Get Adobe Flash player
Home

Lettera aperta provincia To

 DURA POSIZIONE DELL'APERT:
AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DI TORINO
DIMETTEVI O RISANATE

Il Consiglio Provinciale di Torino, nella seduta del 6 novembre 2012 discuterà la nuova interrogazione del Gruppo PdL , primo firmatario Giuseppe Cerchio e il 14 la Commissione di Controllo e Garanzia  sull'attività della Giunta si occuperà dell'ulteriore ritardo nell'adozione dei provvedimenti per il concreto risanamento del Colle della Madalena e di Superga. Sarà sentito l'Assessore Ronco.

Questo il testo della lettera aperta consegnata a Consiglieri, Assessori e Dirigenti  il 30 ottobre 2012: 

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO
COLLE DELLA MADDALENA E SUPERGA

La scrivente Associazione e le imprese radio-televisive, che contribuiscono al pagamento dei sostanziosi stipendi e compensi del Presidente della Giunta, degli Assessori, del Segretario/Direttore Generale e dei Dirigenti, i quali entro il 2004 avrebbero dovuto istruire e concludere le pratiche del risanamento del Sito, mortificati dal cronico ritardo della Provincia e, da ultimo, visto che è venuta meno la speranza che il Vostro unanime OdG del 12 giugno scorso avrebbe portato ai progetti definitivi e alle autorizzazioni, necessari al concreto risanamento del sito Colle della Maddalena/Superga,
                                                             CHIEDIAMO
ai Sigg. Consiglieri, interessati all’immediata soluzione del problema, di compiere un atto di protesta, rassegnando le dimissioni e impedire di far trascorre altro tempo inutile a chi, per otto lunghi anni, ha solo sprecato danaro pubblico senza essere in grado di adottare il Piano di risanamento.
In alternativa, chiediamo alla “Commissione di Controllo e Garanzia” di acquisire tutti gli atti della Conferenza dei Servizi, esaminarli, fare una propria relazione e - tenuto conto che l’atteso e mancato provvedimento è motivato con la tutela della salute dei cittadini - valutare l’opportunità di trasmettere gli atti alla Magistratura penale.
L’acquisizione degli atti della Conferenza è necessaria anche per accertare se corrisponde al vero quanto contenuto nella Determina del Dirigente Responsabile del Procedimento (31.05.2012), nella parte finale in cui afferma: la Conferenza (n.d.r. durata sei anni) ha concluso i lavori con l’acquisizione degli atti di assenso.

Il Presidente
Vittorio De Giorgio

 

Ultimo aggiornamento (Domenica 04 Novembre 2012 22:18)

 

News

I più letti